skip to Main Content
Pareti In Vetromattone

Le pareti in vetromattone possono essere composte in un’infinità di modi grazie ai diversi colori, dimensioni e disegni vetro.

In aggiunta però, esiste una gamma di mattoni in vetro che permette anche la riduzione del travetto.

Di norma la fuga minima per una parete in vetromattone è 1 cm ma, la particolarità di questo vetromattone ci da la possibilità di arrivare fino a 2 mm, senza però trascurare il design e la bellezza dei riflessi e della luce.

Realizzazioni d’esempio

Nella realizzazione soprastante si può notare la fuga quasi invisibile (2 mm) realizzata con 3 modelli di mattoni in vetro:

Vetromattone Ondulato Metallizzato 19 x 19 cm

Gran parte della parete è stata realizzata con questo modello che ha la particolarità di avere la verniciatura interna metallizzata.

Grazie a ciò la luce riflette in modo totalmente differente rispetto al classico ondulato neutro. Esiste anche la versione liscia di questo vetromattone visualizzabile qui Q19 Metallizzato Pegasus.

I terminali per contornare la parete

Per contornare la parete si è pensato di dare un tocco di design utilizzando 2 pezzi speciali come il terminale lineare e il terminale curvo neutri.

In questo specifico caso i 2 mattoni sono satinati su entrambi i lati; Grazie alla satinatura si riesce a dare un tocco diverso alle pareti in vetromattone.

Qui i  2 modelli sopra citati

Realizzazioni Esterne

Fino ad ora abbiamo visto l’esempio di una realizzazione interna con il vetromattone metallizzato, ma è applicabile anche all’esterno come nel caso della riqualificazione della Torre dell’acqua a Budrio (BO)

Vetrocemento Neutro Metallizzato

La luce entra naturalmente grazie alla superficie vetrata che ricopre l’edificio come si può vedere nella foto qui accanto.

Qui il link all’articolo completo dove parlo della riqualificazione della struttura.

Back To Top